• Centro Storico

    TrofarelloCentro Storico

  • Borgata Belvedere

    TrofarelloBorgata Belvedere

  • Cascina Franco

    TrofarelloCascina Franco

  • San Pietro in Celle

    TrofarelloSan Pietro in Celle

  • Castello

    TrofarelloCastello

  • Santa Croce

    TrofarelloSanta Croce

  • Parrocchia

    TrofarelloParrocchia

slide-dx-1

sindaco visca

Il Sindaco Gian Franco Visca riceve i cittadini presso la sede municipale previo appuntamento con
l’Ufficio Segreteria 011 6482120 - 121 il giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30

Foto Franco Matteini – Realizzazione Immagini - Trofarello

Seguici su

facebook

Pagina ufficiale
Facebook


Sono ancora apaerte le iscrizioni al progetto “ALIMENTI-AMO IL GIOCO 3.0" co-finanziato con il contributo della Compagnia di San Paolo.

Per scaricare la locandina informativa cliccare qui

Per scaricare il modulo d'scrizione cliccare qui

Si comunica che il giorno lunedì 24 aprile 2017 il palazzo comunale rimarrà chiuso.

Si comunica che nella settimana del 6 giugno 2016 si provvederà al taglio dell'erba nelle seguenti zone:

- Via Garibaldi

- Via Della Conceria

- Via Togliatti

- Via Battisti

- prato Poste

- Via XXIV Maggio

- Via La Malfa

- Via Lej

- Giardini Via Lej 

 

IL SINDACO

AVVISA

CHE QUESTO COMUNE HA ATTIVATO UN SERVIZIO PUBBLICO DI ACCOMPAGNAMENTO AI SEGGI, PER I CITTADINI CON DIFFICOLTA’ MOTORIE, DURANTE LE AMMINISTRATIVER DEL 5 GIUGNO 2016.

In occasione delle

ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 05 GIUGNO 2016

si osserverà il seguente ORARIO STRAORDINARIO DI APERTURA al pubblico:

            Sabato 28 maggio 2016 dalle ore 9.00 alle ore 12.00

            Lunedì 30 maggio 2016 dalle ore 14.00 alle ore 18.00

            Mercoledì 01 giugno 2016 dalle ore 14.00 alle ore 18.00

            Venerdì 03 giugno 2016 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

            Sabato 04 giugno 2016 dalle ore 9.00 alle ore 18.00

            Domenica 5 giugno 2016 dalle ore 7.00 alle ore 23.00

PROMEMORIA APERTURE

 

Nella sezione Amministrazione trasparente/Bandi di gara e contratti è possibile scaricare gli elaborati di progetto relativi alle gare:

Manutenzione straordinaria strade comunali - Lotto III

Progetto e collaudo delle opere di pulizia del Rio Rigolfo - Lotto I

tessera esaurita

La tessera elettorale è valida fino all'esaurimento dei 18 spazi disponibili per la certificazione del voto. Esauriti (timbrati) i 18 spazi, l'elettore può richiedere una nuova tessera rivolgendosi all'Ufficio Elettorale di residenza. Per ottenere la nuova tessera, l'elettore deve esibire un documento di identità e la tessera con gli spazi completi.

In vista delle Elezioni Amministrative del 5 giugno 2016, si invitano pertanto gli elettori a verificare la propria tessera elettorale, e a presentarsi da subito per richiedere il rilascio della nuova tessera, nei consueti orari di apertura al pubblico dell’Ufficio Servizi Demografici.

 

 

 

 

vol cinema A3

Come è ormai consuetudine, si torna a parlare di cinema al Centro Polifunzionale Marzanati di Trofarello. Forte del successo e della buona affluenza di pubblico registrati nelle edizioni precedenti, anche quest'anno a partire da giovedì 5 marzo la Biblioteca Civica, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura, proporrà una rassegna di proiezioni gratuite aperte al pubblico.
Come sempre, le proiezioni saranno precedute da un'introduzione e al termine della pellicola sarà possibile discutere della visione e confrontarsi con gli altri spettatori.

IMPORTANTE!

Dal 26 febbraio 2015

tuttoDSA
INCONTRI INFORMATIVI

il Comune di Trofarello intende affidare, in via preferenziale, la gestione in concessione dell’Impianto sportivo “V.MAZZOLA” ad una società/associazione sportiva dilettantistica e/o enti di promozione sportiva, discipline sportive associate, federazioni sportive nazionali, senza fini di lucro la cui attività sportiva è rivolta prevalentemente a favore del territorio Trofarellese.

Scadenza presentazione istanze: ore 12,30 del giorno 13/12/2018

clicca qui per il testo integrale dell'Avviso pubblico

clicca qui per lo Schema di Convenzione

clicca qui per il Modello di Istanza

clicca qui per l'Allegato 1/a al Modello d'Istanza

clicca qui per il Modello Offerta Economica

I files in formato MS Word dei modelli da presentare potranno essere richiesti via mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Procedura aperta per la concessione del servizio di ristorazione scolastica del comune di Trofarello con gestione del centro cottura comunale adiacente il plesso scolastico “G. Rodari”-2018/2025 – CIG 72513589ea - CPV 55523100-3 – COD NUTS ITC11
 
Scadenza presentazione offerte: ore 09,30 del 22 dicembre 2017
 
La documentazione completa è scaricabile di seguito:
 
ATTI DI GARA:
 
 
 
DOCUMENTI CORRELATI:
 
 
MODULISTICA PER LA PARTECIPAZIONE (in formato Woord):
 

Le iscrizioni al servizio di refezione scolastica del Comune di Trofarello sono effettuate esclusivamente online.

La procedura d'iscrizione degli alunni per l'Anno Scolastico 2017/2018 sarà attiva dal 28 agosto al 30 settembre 2017.

Per conoscere le modalità di iscrizione al servizio, cliccare qui.

Per scaricare il manuale della procedura (riferito all'A.S. 2016/2017, ma tuttora valido), cliccare qui.

fibra

Incontro esplicativo ed informativo sulla FIBRA OTTICA.
Allo scopo di offrire alla cittadinabza un valido supporto nella conoscenza della tecnologia e nell'individuazione e nell'attivazione dei servizi di connettività fibra ottica e nel verificare le offerte più consone alle esigenze di ciascuno, il Sindaco in collaborazione con TIM indice una riunione informativa ed esplicativa della connessione FIBRA-FTTCAB alla quale parteciperanno alcuni referenti TIM che forniranno consulenza e delucidazioni aggiornate e complete. Pertanto vi aspettiamo nel 

 

CENTRO SOCIOCULTURALE MARZANATI

Via C. Battisti, 25

SALA NIMBO

Mercoledi 26 luglio dalle ore 20 alle ore 22

 

 

Smat nuovo punto acqua

 

 

Martedì 18 luglio ore 17

Via Torino ang. Via Esperanto

Dal 18 luglio al 1° agosto il Punto Acqua Smat erogherà l'acqua potabile trattata, gassata e refrigerata GRATUITAMENTE.

 

Il chiosco dell'acqua

15 giorni di bollicine gratis

Inaugurazione

 

Nella notte tra Sabato 17 e Domenica 18 si svolgerà l'ormai consolidata manifestazione della NOTTE BIANCA trofarellese.

Ecco allegati i volantini della manifestazione. Volantino 1 - Volantino 2

domanda di partecipazioneLUNA

Invito a partecipare alla manifestazione indetta da questo Comune e precisamente:

SABATO 17 GIUGNO 2017

Locandina 10 Marzo

 Clicca sull'immagine per ingrandirla.

Considerato che con il progetto di completamento della rete idrica e sdoppiamento della fognatura bianca e nera di via Rigolfo, per il buon funzionamento del sistema si rende necessario da parte dei privati lo sdoppiamento degli scarichi all'interno delle proprietà. 

Visto che l'ordinanza per le opere di predisposizione emessa dal Comune sta creando perplessità tra i residenti, al fine di fornire gli opportuni chiarimenti, il Sindaco organizza un incontro con i proprietari delle abitazioni di Via Rigolfo per martedi 10 gennaio 2017 alle ore 17 nella casa comunale. Oltre al Sindaco ed all'Assessore ai LLPP Dott. Grazini saranno presenti il Direttore dei lavori ed il Responsabile dell'Ufficio Tecnico.

BefanaSei gennaio, arriva la Befana, anzi ne arrivano due: alle ore 10 Befana Alpina con spettacolo di magia presso la sede degli Alpini in viale della Resistenza ed alle ore 14,30 nel salone sotto la Chiesa della Consolata in via Belvedere un altra Befana con musica, giochi, balli ed un ospite speciale. Bambini, INTERVENITE NUMEROSI. 

IL SINDACO

AVVISA

CHE QUESTO COMUNE HA ATTIVATO UN SERVIZIO PUBBLICO DI ACCOMPAGNAMENTO AI SEGGI, PER I CITTADINI CON DIFFICOLTA’ MOTORIE, DURANTE LE CONSULTAZIONI REFERENDARIE DEL 4 DICEMBRE 2016.

SABATO 25 GIUGNO 2016 ORE 10,00

Cortile interno del Centro Culturale
“G. Marzanati”
di via C. Battisti 25

(in caso di maltempo: presso la Palestra “S. Pertini”
con ingresso da P.le Berlinguer)

FESTA CONCLUSIVA DEL PROGETTO
ALIMENTI-AMO IL GIOCO

Vi aspettiamo numerosi per una mattinata all’insegna del divertimento
con giochi per grandi e piccini per festeggiare insieme la conclusione
del primo anno di progetto

CLICCA QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA DELL'INIZIATIVA

 

Il quesito del referendum dice:

"Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita’ 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”?"

Risultati finali

Gentili Genitori,

nell’ambito dei servizi rivolti alla prima infanzia, accanto ai servizi educativi tradizionali (asili nido e scuole d’infanzia) rivestono sempre maggiore importanza offerte, servizi, spazi tesi a proporre ai bambini momenti educativi, laboratoriali e di gioco per favorire la socialità, l’inclusione, la genitorialità e la partecipazione delle famiglie.

Dal 14 novembre 2015, un sabato al mese di cinema e chiacchiere con gli alunni della Scuola Secondaria "G.Leopardi" di Trofarello, nell'ambito del Progetto "I Am", con il contributo della Compagnia di San Paolo.

Per la locandina con gli appuntamenti, clicca qui

 

Prende il via il nuovo censimento degli alberi monumentali su tutto il territorio comunale (Legge 10/2013 e Decreto Ministeriale 23/10/2014): tutti i cittadini possono inviare segnalazioni al Comune entro il 15 luglio 2015. 

Ogni albero monumentale godrà in seguito della tutela legata al vincolo paesaggistico e di una particolare attenzione da parte degli enti competenti, in considerazione del riconosciuto valore sia ecologico sia culturale, storico o paesaggistico degli esemplari.

Quando un albero può considerarsi monumentale

Avviso di aggiudicazione dell'appalto della manutenzione straordinaria delle strade comunali lotto IA

Avviso di aggiudicazione manutenzione straordinaria di alcune strade comunali lotto IA

Avviso di aggiudicazione dei lavori di "Sistemazione ed ampliamento cimitero capoluogo - Lotto 4.1"

 

VENERDI' 7 MARZO ALLE ORE 21,00 INTERPRESTAZIONE MUSICALE DEL TRIO INCANTO ITALIANO.

Per visionare la locandina ciliccare qui

Si avvisa la cittadinanza che nel periodo post-natalizio viene offerto un servizio aggiuntivo di raccolta RD cartone presso tutte le utenze comunali come da comunicazione COVAR14 pubblicata sul sito consortile.

CoroneDomenica 16 novembre 2014 a Raunheim si è commemorato il giorno della memoria in occasione del centenario delll'inizio della prima guerra mondiale.

SERVIZI DEMOGRAFICI E CIMITERIALI

AVVISO PUBBLICO PER L’ASSEGNAZIONE DI LOCULI PRESSO L’AMPLIAMENTO DEL CIMITERO CAPOLUOGO.

AVVISO DI AGGIUDICAZIONE

Procedura aperta per l’affidamento in concessione dell’Accademia di Formazione Musicale del Comune di Trofarello periodo 2014/2019 (CIG 5834904B18)

In data 28/08/2014, a seguito di gara esperita con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la Commissione di Gara a dichiarato aggiudicataria della gara in oggetto per la gestione dell’Accademia di Formazione Musicale per il quinquennio 2014/2019 la ditta Artistica Music & show s.c.r.l. di Bra (CN)

La Responsabile del Servizio scolastico e socio-culturale
Alida VERSOLATTO

Il Comune di Trofarello, in esecuzione della Determinazione della Responsabile del Servizio scolastico e socio-culturale n. 267 del 04.08.2014 di approvazione del Bando di gara, del Disciplinare di gara e dei relativi allegati nonché del Capitolato speciale di gara per l’affidamento della gestione in concessione dell’Accademia di Formazione Musicale del Comune di Trofarello per il quinquennio 2014 – 2019 (anni accademici 2014/2015, 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018, 2018/2019), eventualmente rinnovabile per un ulteriore quinquennio, ha indetto una gara alle condizioni esplicitate nel relativo bando di gara, scaricabile cliccando qui.

La Responsabile del Servizio scolastico e socio-culturale
Alida Versolatto

Si comunica che il Consiglio di biblioteca, nominato con deliberazione del Consiglio comunale n. 64 del 28 novembre 2013, ai sensi dell'art. 7 del "Regolamento per la gestione della Biblioteca comunale", nella riunione di insediamento, tenutasi in data 24 giugno 2014, ha fissato, così come previsto dall'art. 9, lettera e) del sopra richiamato "Regolamento per la gestione della Biblioteca comunale", il sotto riportato nuovo orario di apertura della Biblioteca civica "Lelio Basso" che decorrerà dal prossimo 30 giugno 2014:

Avviso esplorativo per manifestazione d'interesse a partecipare all'affidamento del servizio di manutenzione del verde per l'anno 2014/2015 a cooperativa sociale di tipo B di cui all'art. 1, c.1 l. B della L. 381/91

per avviso e istanza clicca qui

IL SINDACO

AVVISA

CHE QUESTO COMUNE HA ATTIVATO UN SERVIZIO PUBBLICO DI ACCOMPAGNAMENTO AI SEGGI, PER I CITTADINI CON DIFFICOLTA’ MOTORIE, DURANTE LE ELEZIONI EUROPEE E REGIONALI DEL 25 MAGGIO 2014.

CON IL SEGUENTE ORARIO:

DOMENICA 25 MAGGIO 2014     DALLE ORE 09,00 ALLE ORE 11,00;

                                                               DALLE ORE 14,00 ALLE ORE 16,00;

GLI INTERESSATI POTRANNO RIVOLGERSI DIRETTAMENTE ALLA CROCE ROSSA ITALIANA DELEGAZIONE DI TROFARELLO – TEL. 011/6499588

SI RICORDA INOLTRE, CHE IL SERVIZIO DI TRASPORTO E’ COMPLETAMENTE GRATUITO, COME PREVISTO DALL’ART. 29 DELLA LEGGE N. 104 DEL 05.02.1992.

TROFARELLO, 15 MAGGIO 2014

                                                                                   IL SINDACO

                                                                           (Gian Franco VISCA)

APERTURE STRAORDINARIE AL PUBBLICO IN OCCASIONE DELLE ELEZIONI EUROPEE E REGIONALI DEL 25 MAGGIO 2014

 

L’UFFICIO ELETTORALE OSSERVERA’ IL SEGUENTE ORARIO STRAORDINARIO DI APERTURA AL PUBBLICO :

VENERDI’ 23 MAGGIO E SABATO 24 MAGGIO DALLE ORE 9 ALLE ORE 18

DOMENICA 25 MAGGIO 2014 DALLE ORE 7 ALLE ORE 23 ( ORARIO CONTINUATO)

 

L’UFFICIO ANAGRAFE SARA’ APERTO AL PUBBLICO, ESCLUSIVAMENTE PER IL RILASCIO DI CERTIFICAZIONI CONNESSE ALLE OPERAZIONI ELETTORALI

 

SABATO 24 MAGGIO 2014 DALLE ORE 9 ALLE ORE 18

DOMENICA 25 MAGGIO DALLE ORE 7 ALLE ORE 23

                                                                                                     

                                                                                                     

                                                                                      

Il Responsabile Servizi Demografici e Ufficio Elettorale

Manuela Baldan  

Come previsto dall'art 41 del Regolamento Comunale per la disciplina dell'Imposta Unica Comunale (IUC) sono previste agevolazioni per i contribuenti con un certificato ISEE con reddito inferiore a 15.000,00 euro.

Informativa IUC 2014

La Legge  147/2013 ha istituito l'Imposta Unica Comunale (IUC), in vigore dal 1° gennaio 2014, costituita da tre componenti:

  • Imposta Municipale Propria (IMU)
  • Tassa sui Rifiuti (TARI)
  • Tributo sui Servizi Indivisibili (TASI)

Per scaricare l'informativa cliccare qui

ORARI DI APERTURA DEGLI UFFICI COMUNALI PER IL RILASCIO DEI

CERTIFICATI D'ISCRIZIONE NELLE LISTE ELETTORALI INERENTI ALLA

PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE PER IL PARLAMENTO EUROPEO E

PER LE ELEZIONI REGIONALI DEL 25 MAGGIO 2014

 

L'UFFICIO ELETTORALE OSSERVERA' IL SEGUENTE ORARIO STRAORDINARIO DI APERTURA AL PUBBLICO :

SABATO 12 APRILE E DOMENICA 13 APRILE:  9 - 13

 

LUNEDI' 14 APRILE: 9 - 13 E 14 - 18

 

MARTEDI' 15 APRILE E MERCOLEDI' 16 APRILE: 8 - 20

 

MARTEDI' 22 APRILE - MERCOLEDI' 23 APRILE - GIOVEDI' 24 APRILE: 9-13 E 14-18

 

VENERDI' 25 APRILE: 8 - 20

 

SABATO 26 APRILE: 8 - 12

 

 

Il Responsabile dell'Uffcio Elettorale

               Manuela Baldan

zansL’Amministrazione Comunale di Trofarello organizza in collaborazione con l’IPLA il giorno 16 aprile alle ore 21 presso il Centro polivalente Marzanati in Via C. Battisti un incontro sul tema: La prevenzione nella lotta alle zanzare.

Oltre ai vari metodi ed accorgimenti da attuare nella lotta alle zanzare che saranno esposti dal Sig. Paolo Roberto verranno anche  illustrate le linee guida per ottenere la disponibilità di una casetta rifugio per pipistrelli (bat box) affinché i cittadini possano collaborare a questa iniziativa per il contrasto di questi noiosi ed anche dannosi insetti.

Clicca sull'immagine per scaricare il volantino.

 

autobusIl 17 gennaio scorso i Sindaci dei Comuni di Cambiano, Trofarello e Santena avevano manifestato congiuntamente ai responsabili GTT le difficoltà che i pendolari incontrano nelle ore di punta sugli autobus 45.

La GTT, nella persona del Direttore Pianificazione e Controllo, Ing. Cesare Paonessa ci comunica con la trasmissione della Delibera 33, che pubblichiamo, che a far data dal prossimo 10 febbraio la linea 45 sarà potenziata nei giorni dal lunedì al venerdì.

Ringraziamo per la sensibilità e disponibilità dimostrate l'Ing. Paonessa.

AttenzioneSono necessari ed inderogabili interventi per lavori di manutenzione straordinaria in una parte ausiliaria del centro cottura della mensa scolastica al fine di garantire la funzionalità dell'insieme. Gli stessi sono stati programmati nei giorni di sabato e domenica 2 e 3 febbraio con interventi di completamento e pulizia lunedì 3 febbraio. Pertanto, esclusivamente nel giorno di lunedì 3 febbraio, è stata programmata la distribuzione di piatti freddi.
La ripresa della completa funzionalità della cucina e regolare distribuzione dei pasti è garantita per martedì 4 febbraio.

Ci scusiamo per il disagio. Il Sindaco: Gian Franco Visca

Logo biblioteca

L'Assessorato alla Cultura del Comune di Trofarello
e la Biblioteca civica "Lelio Basso"
comunicano che venerdì 13 dicembre 2013, alle ore 17.30,
presso la sala "Nimbo" del Centro culturale "Giovanni Marzanati"
si terrà la presentazione del saggio

Gustarsi la vita

di Maria Varano e Fiorenza Panazzolo

Clicca qui per scaricare la locandina

La cittadinanza di Trofarello è caldamente invitata a partecipare
Seguirà aperitivo

orologioSi informa la cittadinanza che in occasione delle prossime festività, l'Amministrazione comunale autorizza il personale alla seguente temporanea variazione di orario di lavoro con conseguente variazione dell'orario di apertura al pubblico:

LUNEDI' 23 e 30 dicembre 2013 - Orario di lavoro 8,00 - 12,45      13,30 - 18,00                                     Orario di apertura al pubblico: 9,00 - 12,30      15,00 - 17,45

MARTEDI' 24 e 31 dicembre 2013 - Orario di lavoro 8,00 - 13,50                                             Orario di apertura al pubblico: 9,00 - 12,30

Logo bibliotecaSi comunica che la Biblioteca civica "Lelio Basso" resterà chiusa al pubblico da martedì 24 dicembre 2013 a martedì 31 dicembre 2013. Riaprirà regolarmente al pubblico giovedì 2 gennaio 2014.

La Responsabile
del Servizio scolastico e socio-culturale
Alida VERSOLATTO

monelliantePer voi in piazzetta Lavaggi un evento indimenticabile per festeggiare insieme il nuvo anno. Un incontro monelliretrospassoso dove si ride, si balla, si canta e si salta. Il modo migliore per iniziare il nuovo anno in compagnia. Cliccate sulle immagini per ingrandirle.

Come previsto dal D.L. n. 133 del 30 novembre 2013 è stata cancellata la seconda rata dell’IMU sulle seguenti tipologie di immobili:

  1. abitazione principale e relative pertinenze (1 per categoria), esclusi i fabbricati classificati in A/1, A/8 e A/9
  2. unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e le relative pertinenze dei soci assegnatari nonché alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti Autonomi per le Case Popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica
  3. terreni agricoli, nonché quelli coltivati, di cui all’art. 13 comma 5, del D.L. 201/2011, posseduti e condotti da coltivatori diretti e dagli imprenditori agricoli iscritti nella previdenza agricola.
  4. I fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 13, comma 8 del D.L. 201/2011

Per problemi di copertura finanziaria, l’IMU sull’abitazione principale di cui al punto a. deve essere versata nella misura del 40% sulla differenza d’imposta tra l’aliquota base e l’aliquota deliberata dal comune. La scadenza per questa quota è il 16/01/2014.

Per tutte le altre tipologie impositive la scadenza rimane il 16/12/2013 utilizzando il Modello F24:

unioneuroNell'ambito del programma "Europa per i cittadini" è stato sviluppato dalla città di LeTeil il progetto: "40 anni di gemellaggio verso l'avvenire"

Pubblichiamo in allegato la relazione delle giornate di manifestazione.

astoniIn allegato pubblichiamo l'avviso ed il relativo modulo di richiesta per la consegna degli astoni di amarena  

Pronuncia a norma dell'art. 148 bis - del TUEL  a seguito dell'Esame compiuto sul rendiconto 2011.

Pronuncia

gemellaggioEcco come comunica la notizia della celebrazione a Le Teil del quarantennale del gemellaggio il settimanale "La Tribune dell'Ardèche rhodanienne".

Per vedere l'articolo originale clicca sull'immagine, se vuoi leggere la traduzione prosegui la lettura.

Di cosa si tratta?

Qualora il titolare del permesso di costruire abbia provveduto al versamento di somme a titolo di contributo di costruzione (oneri di urbanizzazione, costo di costruzione) e/o monetizzazione parcheggi, in realtà non dovute, anche a seguito di archiviazione del PdC, oppure abbia versato somme eccedenti il totale effettivamente dovuto, può richiederne il rimborso.
Il diritto al rimborso si prescrive entro 10 anni dalla data di versamento.

Modulistica

  • Modulo di richiesta rimborso
    (la richiesta è da effettuarsi utilizzando l'apposito modulo)

Qual è la documentazione necessaria?

Documentazione comprovante l’avvenuto versamento delle somme da rimborsare.

A chi va presentata la richiesta?

L’istanza di PdC, compilata sull'apposita modulistica, deve essere presentata:

- presso l'ufficio Protocollo del Comune in Piazza I Maggio n. 11

oppure
- per posta raccomandata

oppure
- se sottoscritte digitalmente, per posta elettronica certificata all’indirizzo:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I versamenti dovuti devono essere effettuati a presso la Tesoreria Comunale Cassa di Risparmio di Fossano

IBAN IT84H0617031080000001006111

I lavori per il recepimento del C.P.I nelle scuola Leopardi nell'ambito delle aule e dello spazio centrale sono terminati, ma sono necessari interventi di sistemazione e pulizia degli spazi. Per consentire queste attività è stata emessa ordinanza sindacale che ritarda a giovedì 12/09 l'inizio delle lezioni. La scuola elementare avrà inizio regolarmente.

In riferimento alla pronuncia della Corte dei Conti a norma dell'art. 148 bis del TUEL  a seguito dell'esame compito sul rendiconto 2011 pubblichiamo, come stabilito dal DPR 33/13 la delibera n. 304/2013 SRCPIE/PRSP approvata dal Collegio della Sezione regionale di controllo per il Piemonte in data 03/07/2013 e pervenuta al protocollo del Comune di trofarello il 01 agosto 2013.

Giovedì 18 luglio alle ore 15 è convocata la commissione bilancio del comune di Trofarello. Leggi il comunicato stampa.

Logo Altan pIl comune di trofarello aderisce al Progetto della Compagnia di San Paolo Nati per Leggere.

Notte Bianca 2013 clicca sull'immagine per ingrandirla e per il programma.

 

Oggi 05/06/13, a seguito di segnalazione da parte di soggetti ignoti a questo Ente, (Comune di Trofarello) personale della Procura della Repubblica di Torino e dell’A.S.L. TO5, Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro, ha effettuato un sopralluogo presso la Scuola Materna “La Pace”, al fine di verificare l’osservanza delle vigenti normative in materia di prevenzione degli infortuni;

lavori

Avviso per la formazione e l'utilizzo di un elenco di operatori economici da interpellare per procedure negoziate per l'affidamento di lavori pubblici anno 2013 - 2014

 clicca qui per scaricare l'avviso

 clicca qui per scaricare l'istanza

La Risoluzione 37/E del 27/05/2013 dell’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo per il versamento tramite modello F24 della TARES.

Esempio di compilazione modello F24 in caso di pagamento della prima rata (scadenza 27/05/2013): clicca QUI

Esempio di compilazione modello F24 in caso di pagamento della seconda rata (scadenza 30/09/2013): clicca QUI

Esempio di compilazione modello F24 in caso di pagamento della rata unica (scadenza 30/07/2013): clicca QUI

Come previsto dal D.L. n. 54 del 21 maggio 2013 è sospeso il versamento della prima rata di acconto solo ed esclusivamente per:
- abitazione principale e relative pertinenze (1 per categoria), esclusi i fabbricati classificati in A/1, A/8 e A/9
- unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale e le relative pertinenze dei soci assegnatari nonché alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti Autonomi per le Case Popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica
- terreni agricoli e fabbricati rurali

Leggi tutte le novità IMU

Avviso pubblico finalizzato all'individuazione e alla selezione, per l'anno corrente, di soggetti idonei alla gestione convenzionata dei centri estivi, rivolti ai minori dai 3 ai 14 anni, e dei campus sportivi, rivolti ai minori dai 6 ai 14 anni, promossi dal Comune di Trofarello.

Per scaricare l'avviso, cliccare qui Avviso centri estivi

Per scaricare il modulo d'istanza, cliccare qui Domanda di partecipazione

taglioerbaAvviso pubblico finalizzato alla formazione di un elenco di cooperative sociali di tipo B interessate alla stipula di una convenzione con il Comune di Trofarello per l'affidamento del servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria del verde comunale per l'anno 2013/2014.

clicca qui per scaricare avviso e istanza

professionAvviso pubblico per la formazione di un elenco di professionisti ai sensi dell'art. 267 del D.P.R. 207/2010.

clicca qui per scaricare l'avviso integrale

clicca qui per scaricare gli allegati

Descrizione:

Il Certificato di destinazione urbanistica dichiara le destinazioni d'uso dei suoli ( es. se in zona residenziale o agricola) ed i limiti all'attività edificatoria previsti dal Piano. Viene richiesto per la stipula di contratti, atti di compravendita, atti di successione, oppure per conoscere la destinazione urbanistica degli immobili secondo il Piano Regolatore Generale (PRG) del Comune.

Come Fare:

La richiesta del Certificato, in regola con le vigenti disposizioni sul bollo e previo pagamento dei diritti di segreteria, deve essere rivolta all’Ufficio Tecnico Comunale e deve essere resa sul modello reperibile presso l'Ufficio oppure scaricabile al termine di questa Sezione.

Informazioni specifiche:

Per il pagamento dei diritti di segreteria fare riferimento alla D.G.C. del 10.05.2013 n. 46.

Dove Rivolgersi:

Ufficio tecnico edilizia

Riferimenti Normativi:

Art. 30 comma 2 D.P.R. 380/2001 e s.m.i.

word2 Scarica il modulo per la richiesta del C.d.U.

E' giunta alla segreteria del Comune di Trofarello la comunicazione delle dimissioni del Consigliere Gian Renzo Visconti eletto nella Lista "Vivere Trofarello"

La surroga avverrà secondo la normale prassi e consuetudine.

Come previsto dall'art. 14 del Decreto Legge 6 dicembre 2011, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011 n. 214 è istituito il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (TARES) con decorrenza dal 1 gennaio 2013.

Con Delibera di Consiglio C.le n. 6 del 22/04/2013  e suo allegato si definiscono le modalità di pagamento del tributo:

per l'anno 2013 il versamento a titolo di acconto, commisurato alle tariffe TIA 2012, nella misura dell'80% per le utenze domestiche e del 70% per le utenze non domestiche - dovrà essere effettuato in due rate scadenti il 27 maggio e il 30 settembre 2013. In alternativa potrà essere versato in un'unica soluzione entro il 30 luglio 2013.

Il pagamento in acconto sarà richiesto mediante l'emissione di avvisi bonari e potrà essere effettuato tramite modello di pagamento unificato “F24” ovvero mediante bollettino di conto corrente postale che verrà recapitato precompilato all'indirizzo di residenza.

La terza rata di versamento, avente scadenza il 20 dicembre 2013 (da corrispondersi anche in ipotesi di pagamento dell'acconto in unica soluzione), sarà effettuata a titolo di conguaglio a seguito dell'approvazione delle tariffe stabilite per l'anno 2013 ai sensi del "Decreto Salva Italia". Il versamento della rata di conguaglio sarà effettuato con le modalità stabilite dalla legge.

perscompA tutti Voi che visitate il sito del Comune di Trofarello.

Vi trovate nel pieno dei lavori di ristrutturazione del sito del nostro Comune.

Gli obiettivi  di questo progetto sono:

- utilizzare un CMS (Sistema di gestione di contenuti) per la realizzazione di siti web pubblicato con licenza "open source". Il software utilizzato è Joomla!, un software libero strutturato per la realizzazione rapida di siti web.

Corpo delle disposizioni normative vigenti in materia disciplinare estratto dal

Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165, “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche”

(così come modificato ed integrato dagli artt. 68 e 69 del Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n.150, “Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni”)

Art. 54. Codice di comportamento

1. Il Dipartimento della funzione pubblica, sentite le confederazioni sindacali rappresentative ai sensi dell’articolo 43, definisce un codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni, anche in relazione alle necessarie misure organizzative da adottare al fine di assicurare la qualità dei servizi che le stesse amministrazioni rendono ai cittadini.

2. Il codice è pubblicato nella Gazzetta ufficiale e consegnato al dipendente all’atto dell’assunzione.

3. Le pubbliche amministrazioni formulano all'ARAN indirizzi, ai sensi dell’articolo 41, comma 1 e dell’articolo 70, comma 4, affinché il codice venga recepito nei contratti, in allegato, e perché i suoi principi vengano coordinati con le previsioni contrattuali in materia di responsabilità disciplinare.

4. Per ciascuna magistratura e per l’Avvocatura dello Stato, gli organi delle associazioni di

categoria adottano un codice etico che viene sottoposto all’adesione degli appartenenti alla magistratura interessata. In caso di inerzia il codice è adottato dall’organo di autogoverno.

5. L’organo di vertice di ciascuna pubblica amministrazione verifica, sentite le organizzazioni sindacali rappresentative ai sensi dell’articolo 43 e le associazioni di utenti e consumatori, l’applicabilità del codice di cui al comma 1, anche per apportare eventuali integrazioni e specificazioni al fine della pubblicazione e dell'adozione di uno specifico codice di comportamento per ogni singola amministrazione.

6. Sull’applicazione dei codici di cui al presente articolo vigilano i dirigenti responsabili di ciascuna struttura.

7. Le pubbliche amministrazioni organizzano attività di formazione del personale per la conoscenza e la corretta applicazione dei codici di cui al presente articolo.

Art. 55. Sanzioni disciplinari e responsabilità

1. Le disposizioni del presente articolo e di quelli seguenti, fino all’articolo 55-octies, costituiscono norme imperative, ai sensi e per gli effetti degli articoli 1339 e 1419, secondo comma, del codice civile, e si applicano ai rapporti di lavoro di cui all’articolo 2, comma 2, alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2.

2. Ferma la disciplina in materia di responsabilità civile, amministrativa, penale e contabile, ai rapporti di lavoro di cui al comma 1 si applica l’articolo 2106 del codice civile. Salvo quanto previsto dalle disposizioni del presente Capo, la tipologia delle infrazioni e delle relative sanzioni è definita dai contratti collettivi. La pubblicazione sul sito istituzionale dell’amministrazione del codice disciplinare, recante l’indicazione delle predette infrazioni e relative sanzioni, equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all’ingresso della sede di lavoro.

3. La contrattazione collettiva non può istituire procedure di impugnazione dei provvedimenti disciplinari. Resta salva la facoltà di disciplinare mediante i contratti collettivi procedure di Conciliazione non obbligatoria, fuori dei casi per i quali è prevista la sanzione disciplinare del licenziamento, da instaurarsi e concludersi entro un termine non superiore a trenta giorni dalla contestazione dell’addebito e comunque prima dell’irrogazione della sanzione. La sanzione concordemente determinata all’esito di tali procedure non può essere di specie diversa da quella prevista, dalla legge o dal contratto collettivo, per l’infrazione per la quale si procede e non è soggetta ad impugnazione. I termini del procedimento disciplinare restano sospesi dalla data di apertura della procedura conciliativa e riprendono a decorrere nel caso di conclusione con esito negativo. Il contratto collettivo definisce gli atti della procedura conciliativa che ne determinano l’inizio e la conclusione.

4. Fermo quanto previsto nell’articolo 21, per le infrazioni disciplinari ascrivibili al dirigente ai sensi degli articoli 55-bis, comma 7, e 55-sexies, comma 3, si applicano, ove non diversamente stabilito dal contratto collettivo, le disposizioni di cui al comma 4 del predetto articolo 55-bis, ma le determinazioni conclusive del procedimento sono adottate dal dirigente generale o titolare di incarico conferito ai sensi dell’articolo 19, comma 3.

Art. 55-bis. Forme e termini del procedimento disciplinare

1. Per le infrazioni di minore gravità, per le quali è prevista l’irrogazione di sanzioni superiori al rimprovero verbale ed inferiori alla sospensione dal servizio con privazione della retribuzione per più di dieci giorni, il procedimento disciplinare, se il responsabile della struttura ha qualifica dirigenziale, si svolge secondo le disposizioni del comma 2. Quando il responsabile della struttura non ha qualifica dirigenziale o comunque per le infrazioni punibili con sanzioni più gravi di quelle indicate nel primo periodo, il procedimento disciplinare si svolge secondo le disposizioni del comma 4. Alle infrazioni per le quali è previsto il rimprovero verbale si applica la disciplina stabilita dal contratto collettivo.

2. Il responsabile, con qualifica dirigenziale, della struttura in cui il dipendente lavora, anche in posizione di comando o di fuori ruolo, quando ha notizia di comportamenti punibili con taluna delle sanzioni disciplinari di cui al comma 1, primo periodo, senza indugio e comunque non oltre venti giorni contesta per iscritto l’addebito al dipendente medesimo e lo convoca per il contraddittorio a sua difesa, con l’eventuale assistenza di un procuratore ovvero di un rappresentante dell'associazione sindacale cui il lavoratore aderisce o conferisce mandato, con un preavviso di almeno dieci giorni. Entro il termine fissato, il dipendente convocato, se non intende presentarsi, può inviare una memoria scritta o, in caso di grave ed oggettivo impedimento, formulare motivata istanza di rinvio del termine per l’esercizio della sua difesa. Dopo l’espletamento dell’eventuale ulteriore attività istruttoria, il responsabile della struttura conclude il procedimento, con l'atto di archiviazione o di irrogazione della sanzione, entro sessanta giorni dalla contestazione dell'addebito.

In caso di differimento superiore a dieci giorni del termine a difesa, per impedimento del dipendente, il termine per la conclusione del procedimento è prorogato in misura corrispondente. Il differimento può essere disposto per una sola volta nel corso del procedimento. La violazione dei termini stabiliti nel presente comma comporta, per l’amministrazione, la decadenza dall'azione disciplinare ovvero, per il dipendente, dall'esercizio del diritto di difesa.

3. Il responsabile della struttura, se non ha qualifica dirigenziale ovvero se la sanzione da applicare è più grave di quelle di cui al comma 1, primo periodo, trasmette gli atti, entro cinque giorni dalla notizia del fatto, all’ufficio individuato ai sensi del comma 4, dandone contestuale comunicazione all’interessato.

4. Ciascuna amministrazione, secondo il proprio ordinamento, individua l’ufficio competente per i procedimenti disciplinari ai sensi del comma 1, secondo periodo. Il predetto ufficio contesta l’addebito al dipendente, lo convoca per il contraddittorio a sua difesa, istruisce e conclude il procedimento secondo quanto previsto nel comma 2, ma, se la sanzione da applicare è più grave di quelle di cui al comma 1, primo periodo, con applicazione di termini pari al doppio di quelli ivi stabiliti e salva l’eventuale sospensione ai sensi dell’articolo 55-ter. Il termine per la contestazione dell’addebito decorre dalla data di ricezione degli atti trasmessi ai sensi del comma 3 ovvero dalla data nella quale l’ufficio ha altrimenti acquisito notizia dell’infrazione, mentre la decorrenza del termine per la conclusione del procedimento resta comunque fissata alla data di prima acquisizione della notizia dell’infrazione, anche se avvenuta da parte del responsabile della struttura in cui il dipendente lavora. La violazione dei termini di cui al presente comma comporta, per l’amministrazione, la decadenza dall'azione disciplinare ovvero, per il dipendente, dall’esercizio del diritto di difesa.

5. Ogni comunicazione al dipendente, nell’ambito del procedimento disciplinare, è effettuata tramite posta elettronica certificata, nel caso in cui il dipendente dispone di idonea casella di posta, ovvero tramite consegna a mano. Per le comunicazioni successive alla contestazione dell’addebito, il dipendente può indicare, altresì, un numero di fax, di cui egli o il suo procuratore abbia la disponibilità. In alternativa all’uso della posta elettronica certificata o del fax ed altresì della consegna a mano, le comunicazioni sono effettuate tramite raccomandata postale con ricevuta di ritorno. Il dipendente ha diritto di accesso agli atti istruttori del procedimento. È esclusa l’applicazione di termini diversi o ulteriori rispetto a quelli stabiliti nel presente articolo.

6. Nel corso dell’istruttoria, il capo della struttura o l’ufficio per i procedimenti disciplinari possono acquisire da altre amministrazioni pubbliche informazioni o documenti rilevanti per la definizione del procedimento. La predetta attività istruttoria non determina la sospensione del procedimento, né il differimento dei relativi termini.

7. Il lavoratore dipendente o il dirigente, appartenente alla stessa amministrazione pubblica dell’incolpato o ad una diversa, che, essendo a conoscenza per ragioni di ufficio o di servizio di informazioni rilevanti per un procedimento disciplinare in corso, rifiuta, senza giustificato motivo, la collaborazione richiesta dall’autorità disciplinare procedente ovvero rende dichiarazioni false o reticenti, è soggetto all’applicazione, da parte dell’amministrazione di appartenenza, della sanzione disciplinare della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione, commisurata alla gravità dell’illecito contestato al dipendente, fino ad un massimo di quindici giorni.

8. In caso di trasferimento del dipendente, a qualunque titolo, in un’altra amministrazione pubblica, il procedimento disciplinare è avviato o concluso o la sanzione è applicata presso quest’ultima. In tali casi i termini per la contestazione dell’addebito o per la conclusione del procedimento, se ancora pendenti, sono interrotti e riprendono a decorrere alla data del trasferimento.

9. In caso di dimissioni del dipendente, se per l’infrazione commessa è prevista la sanzione del licenziamento o se comunque è stata disposta la sospensione cautelare dal servizio, il procedimento disciplinare ha egualmente corso secondo le disposizioni del presente articolo e le determinazioni conclusive sono assunte ai fini degli effetti giuridici non preclusi dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Art. 55-ter. Rapporti fra procedimento disciplinare e procedimento penale

1. Il procedimento disciplinare, che abbia ad oggetto, in tutto o in parte, fatti in relazione ai quali procede l’autorità giudiziaria, è proseguito e concluso anche in pendenza del procedimento penale. Per le infrazioni di minore gravità, di cui all’articolo 55-bis, comma 1, primo periodo, non è ammessa la sospensione del procedimento. Per le infrazioni di maggiore gravità, di cui all’articolo 55-bis, comma 1, secondo periodo, l’ufficio competente, nei casi di particolare complessità dell’accertamento del fatto addebitato al dipendente e quando all’esito dell’istruttoria non dispone di elementi sufficienti a motivare l’irrogazione della sanzione, può sospendere il procedimento disciplinare fino al termine di quello penale, salva la possibilità di adottare la sospensione o altri strumenti cautelari nei confronti del dipendente.

2. Se il procedimento disciplinare, non sospeso, si conclude con l’irrogazione di una sanzione e, successivamente, il procedimento penale viene definito con una sentenza irrevocabile di assoluzione che riconosce che il fatto addebitato al dipendente non sussiste o non costituisce illecito penale o che il dipendente medesimo non lo ha commesso, l’autorità competente, ad istanza di parte da proporsi entro il termine di decadenza di sei mesi dall'irrevocabilità della pronuncia penale, riapre il procedimento disciplinare per modificarne o confermarne l'atto conclusivo in relazione all'esito del giudizio penale.

3. Se il procedimento disciplinare si conclude con l’archiviazione ed il processo penale con una sentenza irrevocabile di condanna, l’autorità competente riapre il procedimento disciplinare per adeguare le determinazioni conclusive all’esito del giudizio penale. Il procedimento disciplinare è riaperto, altresì, se dalla sentenza irrevocabile di condanna risulta che il fatto addebitabile al dipendente in sede disciplinare comporta la sanzione del licenziamento, mentre ne è stata applicata una diversa.

4. Nei casi di cui ai commi 1, 2 e 3 il procedimento disciplinare è, rispettivamente, ripreso o riaperto entro sessanta giorni dalla comunicazione della sentenza all’amministrazione di appartenenza del lavoratore ovvero dalla presentazione dell’istanza di riapertura ed è concluso entro centottanta giorni dalla ripresa o dalla riapertura. La ripresa o la riapertura avvengono mediante il rinnovo della contestazione dell’addebito da parte dell’autorità disciplinare competente ed il procedimento prosegue secondo quanto previsto nell'articolo 55-bis. Ai fini delle determinazioni conclusive, l’autorità procedente, nel procedimento disciplinare ripreso o riaperto, applica le disposizioni dell’articolo 653, commi 1 ed 1-bis, del codice di procedura penale.

Art. 55-quater. Licenziamento disciplinare

1. Ferma la disciplina in tema di licenziamento per giusta causa o per giustificato motivo e salve ulteriori ipotesi previste dal contratto collettivo, si applica comunque la sanzione disciplinare del licenziamento nei seguenti casi:

a) falsa attestazione della presenza in servizio, mediante l'alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza o con altre modalità fraudolente, ovvero giustificazione dell’assenza dal servizio mediante una certificazione medica falsa o che attesta falsamente uno stato di malattia;

b) assenza priva di valida giustificazione per un numero di giorni, anche non continuativi, superiore a tre nell’arco di un biennio o comunque per più di sette giorni nel corso degli ultimi dieci anni ovvero mancata ripresa del servizio, in caso di assenza ingiustificata, entro il termine fissato dall’amministrazione;

c) ingiustificato rifiuto del trasferimento disposto dall’amministrazione per motivate esigenze di servizio;

d) falsità documentali o dichiarative commesse ai fini o in occasione dell’instaurazione del rapporto di lavoro ovvero di progressioni di carriera;

e) reiterazione nell’ambiente di lavoro di gravi condotte aggressive o moleste o minacciose o ingiuriose o comunque lesive dell’onore e della dignità personale altrui;

f) condanna penale definitiva, in relazione alla quale è prevista l’interdizione perpetua dai pubblici uffici ovvero l’estinzione, comunque denominata, del rapporto di lavoro.

2. Il licenziamento in sede disciplinare è disposto, altresì, nel caso di prestazione lavorativa, riferibile ad un arco temporale non inferiore al biennio, per la quale l’amministrazione di appartenenza formula, ai sensi delle disposizioni legislative e contrattuali concernenti la valutazione del personale delle amministrazioni pubbliche, una valutazione di insufficiente rendimento e questo è dovuto alla reiterata violazione degli obblighi concernenti la prestazione stessa, stabiliti da norme legislative o regolamentari, dal contratto collettivo o individuale, da atti e provvedimenti dell’amministrazione di appartenenza o dai codici di comportamento di cui all’articolo 54.

3. Nei casi di cui al comma 1, lettere a), d), e) ed f), il licenziamento è senza preavviso.

Art. 55-quinquies. False attestazioni o certificazioni

1. Fermo quanto previsto dal codice penale, il lavoratore dipendente di una pubblica

amministrazione che attesta falsamente la propria presenza in servizio, mediante l’alterazione dei sistemi di rilevamento della presenza o con altre modalità fraudolente, ovvero giustifica l’assenza dal servizio mediante una certificazione medica falsa o falsamente attestante uno stato di malattia è punito con la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da euro 400 ad euro 1.600. La medesima pena si applica al medico e a chiunque altro concorre nella commissione del delitto.

2. Nei casi di cui al comma 1, il lavoratore, ferme la responsabilità penale e disciplinare e le relative sanzioni, è obbligato a risarcire il danno patrimoniale, pari al compenso corrisposto a titolo di retribuzione nei periodi per i quali sia accertata la mancata prestazione, nonché il danno all'immagine subiti dall'amministrazione.

3. La sentenza definitiva di condanna o di applicazione della pena per il delitto di cui al comma 1 comporta, per il medico, la sanzione disciplinare della radiazione dall'albo ed altresì, se dipendente di una struttura sanitaria pubblica o se convenzionato con il servizio sanitario nazionale, il licenziamento per giusta causa o la decadenza dalla convenzione. Le medesime sanzioni disciplinari si applicano se il medico, in relazione all'assenza dal servizio, rilascia certificazioni che attestano dati clinici non direttamente constatati né oggettivamente documentati.

Art. 55-sexies. Responsabilità disciplinare per condotte pregiudizievoli per l’amministrazione e limitazione della responsabilità per l’esercizio dell’azione disciplinare

1. La condanna della pubblica amministrazione al risarcimento del danno derivante dalla violazione, da parte del lavoratore dipendente, degli obblighi concernenti la prestazione lavorativa, stabiliti da norme legislative o regolamentari, dal contratto collettivo o individuale, da atti e provvedimenti dell’amministrazione di appartenenza o dai codici di comportamento di cui all’articolo 54, comporta l’applicazione nei suoi confronti, ove già non ricorrano i presupposti per l’applicazione di un’altra sanzione disciplinare, della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione da un minimo di tre giorni fino ad un massimo di tre mesi, in proporzione all’entità del risarcimento.

2. Fuori dei casi previsti nel comma 1, il lavoratore, quando cagiona grave danno al normale funzionamento dell'ufficio di appartenenza, per inefficienza o incompetenza professionale accertate dall’amministrazione ai sensi delle disposizioni legislative e contrattuali concernenti la valutazione del personale delle amministrazioni pubbliche, è collocato in disponibilità, all’esito del procedimento disciplinare che accerta tale responsabilità, e si applicano nei suoi confronti le disposizioni di cui all'articolo 33, comma 8, e all'articolo 34, commi 1, 2, 3 e 4. Il provvedimento che definisce il giudizio disciplinare stabilisce le mansioni e la qualifica per le quali può avvenire l’eventuale ricollocamento. Durante il periodo nel quale è collocato in disponibilità, il lavoratore non ha diritto di percepire aumenti retributivi sopravvenuti.

3. Il mancato esercizio o la decadenza dell’azione disciplinare, dovuti all’omissione o al ritardo, senza giustificato motivo, degli atti del procedimento disciplinare o a valutazioni sull’insussistenza dell’illecito disciplinare irragionevoli o manifestamente infondate, in relazione a condotte aventi oggettiva e palese rilevanza disciplinare, comporta, per i soggetti responsabili aventi qualifica dirigenziale, l’applicazione della sanzione disciplinare della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione in proporzione alla gravità dell’infrazione non perseguita, fino ad un massimo di tre mesi in relazione alle infrazioni sanzionabili con il licenziamento, ed altresì la mancata attribuzione della retribuzione di risultato per un importo pari a quello spettante per il doppio del periodo della durata della sospensione. Ai soggetti non aventi qualifica dirigenziale si applica la predetta sanzione della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione, ove non diversamente stabilito dal contratto collettivo.

4. La responsabilità civile eventualmente configurabile a carico del dirigente in relazione a profili di illiceità nelle determinazioni concernenti lo svolgimento del procedimento disciplinare è limitata, in conformità ai principi generali, ai casi di dolo o colpa grave.

Art. 55-septies. Controlli sulle assenze

1. Nell’ipotesi di assenza per malattia protratta per un periodo superiore a dieci giorni, e, in ogni caso, dopo il secondo evento di malattia nell’anno solare l'assenza viene giustificata esclusivamente mediante certificazione medica rilasciata da una struttura sanitaria pubblica o da un medico convenzionato con il Servizio sanitario nazionale.

2. In tutti i casi di assenza per malattia la certificazione medica è inviata per via telematica,

direttamente dal medico o dalla struttura sanitaria che la rilascia, all’Istituto nazionale della previdenza sociale, secondo le modalità stabilite per la trasmissione telematica dei certificati medici nel settore privato dalla normativa vigente, e in particolare dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri previsto dall'articolo 50, comma 5-bis, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326, introdotto dall’articolo 1, comma 810, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e dal predetto Istituto è immediatamente inoltrata, con le medesime modalità, all’amministrazione interessata.

3. L’Istituto nazionale della previdenza sociale, gli enti del servizio sanitario nazionale e le altre amministrazioni interessate svolgono le attività di cui al comma 2 con le risorse finanziarie, strumentali e umane disponibili a legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

4. L’inosservanza degli obblighi di trasmissione per via telematica della certificazione medica concernente assenze di lavoratori per malattia di cui al comma 2 costituisce illecito disciplinare e, in caso di reiterazione, comporta l’applicazione della sanzione del licenziamento ovvero, per i medici in rapporto convenzionale con le aziende sanitarie locali, della decadenza dalla convenzione, in modo inderogabile dai contratti o accordi collettivi.

5. L’Amministrazione dispone il controllo in ordine alla sussistenza della malattia del dipendente anche nel caso di assenza di un solo giorno, tenuto conto delle esigenze funzionali e organizzative.

Le fasce orarie di reperibilità del lavoratore, entro le quali devono essere effettuate le visite mediche di controllo, sono stabilite con decreto del Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione.

6. Il responsabile della struttura in cui il dipendente lavora nonché il dirigente eventualmente preposto all'’amministrazione generale del personale, secondo le rispettive competenze, curano l’osservanza delle disposizioni del presente articolo, in particolare al fine di prevenire o contrastare, nell’interesse della funzionalità dell’ufficio, le condotte assenteistiche. Si applicano, al riguardo, le disposizioni degli articoli 21 e 55-sexies, comma 3.

Art. 55-octies. Permanente inidoneità psicofisica

1. Nel caso di accertata permanente inidoneità psicofisica al servizio dei dipendenti delle amministrazioni pubbliche, di cui all'articolo 2, comma 2, l’amministrazione può risolvere il rapporto di lavoro. Con regolamento da emanarsi, ai sensi dell'articolo 17, comma 1, lettera b), della legge 23 agosto 1988, n. 400, sono disciplinati, per il personale delle amministrazioni statali, anche ad ordinamento autonomo, nonché degli enti pubblici non economici:

a) la procedura da adottare per la verifica dell'idoneità al servizio, anche ad iniziativa dell’Amministrazione;

b) la possibilità per l’amministrazione, nei casi di pericolo per l’incolumità del dipendente interessato nonché per la sicurezza degli altri dipendenti e degli utenti, di adottare provvedimenti di sospensione cautelare dal servizio, in attesa dell'effettuazione della visita di idoneità, nonché nel caso di mancata presentazione del dipendente alla visita di idoneità, in assenza di giustificato motivo;

c) gli effetti sul trattamento giuridico ed economico della sospensione di cui alla lettera b), nonché il contenuto e gli effetti dei provvedimenti definitivi adottati dall'amministrazione in seguito all’effettuazione della visita di idoneità;

d) la possibilità, per l’amministrazione, di risolvere il rapporto di lavoro nel caso di reiterato rifiuto, da parte del dipendente, di sottoporsi alla visita di idoneità.

Art. 55-novies. Identificazione del personale a contatto con il pubblico

1. I dipendenti delle amministrazioni pubbliche che svolgono attività a contatto con il pubblico sono tenuti a rendere conoscibile il proprio nominativo mediante l’uso di cartellini identificativi o di targhe da apporre presso la postazione di lavoro.

2. Dall’obbligo di cui al comma 1 è escluso il personale individuato da ciascuna amministrazione sulla base di categorie determinate, in relazione ai compiti ad esse attribuiti, mediante uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri o del Ministro per la pubblica amministrazione e l’'innovazione, su proposta del Ministro competente ovvero, in relazione al personale delle amministrazioni pubbliche non statali, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano o di Conferenza Stato-città ed autonomie locali.

AVVISO DI MOBILITA’ ESTERNA PER LA COPERTURA, TRAMITE PASSAGGIO DIRETTO DI PERSONALE TRA AMMINISTRAZIONI DIVERSE, AI SENSI DELL’EX ART. 30 DEL D.LGS. 165/2001 DI

N. 1 POSTO DI “OPERAIO SPECIALIZZATO” – CAT. B1

A TEMPO PIENO E INDETERMINATO

IL RESPONSABILE DELL’UFFICIO PERSONALE

Clicca qui per scaricare il modello di domanda

Clicca qui per scaricare l'avviso di mobilità

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare COMUNE DI TROFARELLO, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.